http://www.ativanwithoutprescription.com/ http://www.ambienonlinebuycheap.com/ http://www.exlpharmacy.com/ http://generics365.com/

Cos'è?

La menopausa è l’evento fisiologico che segna nella donna il termine dell’età fertile, con la definitiva scomparsa delle mestruazioni. Nella maggior parte dei casi la menopausa si presenta intorno ai 50 anni (con un intervallo di normalità tra i 45 ed i 55 anni). Viene dichiarata dopo 12 mesi consecutivi di amenorrea (assenza di mestruazioni) non imputabili a nessun altra evidente causa.

Molteplici sono i fattori che possono influenzarne l’esordio:

1. Fattori ereditari: le figlie tendono a manifestarla alla stessa età delle proprie madri
2. Fattori etnici: le donne africane entrano in menopausa prima e le giapponesi dopo rispetto alle donne europee, mentre le donne italiane entrano in menopausa in media intorno ai 51 anni
3. Fattori comportamentali: l’abitudine al fumo anticipa di 1-3,5 anni l’età della menopausa perché esercita un effetto tossico sull’ovaio, distruggendo una rilevante quota di follicoli; anche una condizione di disagio sociale tende ad anticipare il suo esordio
4. Pubertà tardiva e gravidanze tendono a ritardarla, così come forse l’uso della contraccezione ormonale, che può procrastinarla da 1 a 2,5 anni, per via della sua azione di blocco della crescita dei follicoli
5. Lunghezza del ciclo mestruale: un ciclo lungo, e dunque un’ovulazione meno frequente, implica un consumo minore di follicoli e una riserva più duratura, per cui tende a ritardare la menopausa.
 
A seconda dell’età di esordio può essere definita:
Precoce quando inizia prima dei 40 anni
Prematura quando inizia prima dei 45 anni
Tardiva quando si verifica dopo i 55 anni.
 
Nei 5-8 anni che precedono la menopausa l’ovaio subisce un lento declino, divenendo sempre più piccolo e atrofico. Rispetto agli altri organi, l’ovaio ha infatti un tempo di vita dimezzato, probabilmente al fine di tutelare il genere femminile dall’alto rischio di patologia associato a gravidanze in età avanzata. Esistono rilevanti differenze individuali nell’esordio e nella durata delle fasi che caratterizzano la menopausa: il ciclo può cessare improvvisamente o modificarsi in modo graduale, anche nel corso di anni.
 
La menopausa può essere spontanea, cioè naturale; esiste però anche una forma di menopausa artificiale indotta da qualsiasi causa capace di distruggere il tessuto ovarico: interventi chirurgici, trattamenti antitumorali, agenti infettivi, chimici, o causata da malattie metaboliche e/o meccanismi autoimmuni che coinvolgono spesso anche surrene e tiroide.
 
Si chiama generalmente climaterio (dal greco klimactèr/scalino, passaggio critico) il complesso delle modificazioni organiche e psichiche che si manifestano nel periodo di transizione, da prima della menopausa fino alla completa cessazione dell’attività ovarica. Il periodo di avvicinamento alla menopausa viene diviso in due fasi: peri-menopausa, termine che copre un periodo lungo e un ampio spettro di cambiamenti sia fisici che psicologici (dalla premenopausa alla postmenopausa), della durata di circa 5-7 anni e postmenopausa, ovvero dopo circa 3 anni dalla data dell’ultimo ciclo mestruale (menopausa).
 
Sono in menopausa? 
 
Ecco alcune domande chiave per capire se è davvero così:
Hai un’età fra i 45 e i 55 anni?
Il tuo ciclo mestruale “salta” per due o più mesi di seguito?
La notte ti svegli sudata e accaldata?
Hai problemi di insonnia, anche saltuariamente?
Hai caldo al collo e al volto, senza motivo?
Sei aumentata di peso negli ultimi mesi?
 
Il tuo medico o il ginecologo può definire il tuo stato di menopausa, attraverso analisi del sangue comunemente chiamate “dosaggi ormonali”.
 
Tieni presente che ciò che stai vivendo è perfettamente normale: una fase fisiologica che ogni donna affronta nella vita. Se la tua età o i tuoi sintomi sono diversi, confrontati con il tuo medico e il ginecologo: sapranno fornirti i giusti consigli e indicarti gli accertamenti diagnostici per valutare la tua condizione.
 
Menopausa precoce e prematura
 
La condizione di menopausa precoce è la più frequente rispetto a quella prematura e tardiva: in un terzo delle sue forme si osserva una familiarità. Per questo, si stanno identificando geni candidati: ad esempio si sono messe in evidenza anomalie numeriche o strutturali a carico del cromosoma X (mutazione FMR1) o mutazioni di altri cromosomi che regolano la funzione ovarica. Si osservano anche casi di menopausa precoce dovuta a meccanismi autoimmuni. Se la menopausa è molto precoce (20-35 anni) è indispensabile un adeguato supporto ginecologico e psicologico. 
La menopausa prematura riguarda il 10% delle donne che spesso presentano casi di menopausa precoce nel nucleo familiare, per cui si reputa che le due forme cliniche possano avere cause comuni.