Bicicletta: palestra a costo 0 per cuore, muscoli e articolazioni - 20/04/2018

Roma, 20 aprile 2018 – Tre italiani su quattro possiedono una bici, e il 50% di loro la usa quotidianamente per spostarsi in città. Motivi economici, ma anche il desiderio di vivere in modo più ecologico e tenersi in forma. Le due ruote consentono a chiunque, bambini, adulti e anche agli anziani, di rimanere in salute senza doversi sottoporre a pesanti allenamenti. Il movimento in sella rinforza il cuore che resiste alla fatica con minor sforzo. Quindi, frequenza cardiaca e pressione diminuiscono; inoltre migliora la circolazione venosa e linfatica degli arti inferiori; previene il gonfiore alle gambe; tonifica polpacci, glutei e muscoli lombari. Pedalare è una vera e propria palestra su due ruote e svolta correttamente preserva le articolazioni dal rischio di traumi e il rischio di patologie come l’osteoporosi. Oltre il 50% del peso corporeo si scarica infatti sulla sella, senza stressare troppo ginocchia, femore e caviglie. La pedalata ha, infatti, un impatto minore sulle articolazioni rispetto altre attività aerobiche come la corsa.

 
Per mettere a frutto le nostre pedalate, basta scegliere il ritmo più adatto al nostro fisico:
1. Allenamento lento sulla lunga distanza: è il metodo raccomandato a chi inizia, perché permette di aumentare progressivamente la distanza percorsa senza compiere sforzi eccessivi.
2. Allenamento sul ritmo: è consigliato a chi ha il fisico allenato e vuole mantenersi tonico in sella alla bici, magari da corsa. Comporta un aumento dell’intensità di pedalata e un’andatura veloce da mantenere costante senza strappi per una breve durata (da pochi minuti fino a un massimo di 20-30 minuti).