Dall’OMS in arrivo la nuova classificazione delle malattie - 27/06/2018

Roma, 27 giugno 2018 – Dopo più di 10 anni l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha aggiornato l'International Classification of Diseases (Icd). Il documento fornisce una nuova classificazione delle malattie e rappresenta uno strumento che ripartisce patologie, incidenti e cause di morte offrendo un codice standard a tutti gli operatori del Pianeta. La nuova versione dell'Icd è la undicesima e verrà presentata all'Assemblea mondiale della Sanità del maggio 2019 prima di essere adottata dagli Stati membri. Entrerà in vigore il primo gennaio 2022. Con questa prima presentazione i Paesi avranno così la possibilità di familiarizzare con il documento, di tradurlo, di aggiornare i propri professionisti del settore sanitario. Nell’Icd sono presenti oltre 55 mila codici relativi a: patologie, cause di decesso e incidenti a disposizione degli operatori sanitari, assicurazioni, personale sanitario che gestisce i servizi sanitari e le risorse per effettuare le prestazioni. Si va dalle malattie infettive e causate da parassiti alle patologie del sistema nervoso alle condizioni correlate alla salute sessuale e alle cause esterne di mortalità e morbidità come i conflitti armati o l'abuso di droga o alcol: “Ci permette di capire tanto su cosa fa ammalare e morire le persone, e di intraprendere quelle azioni con cui prevenire le sofferenze e salvare vite umane”, ha affermato Tedros Adhanom Ghebreyesus, Direttore Generale dell'OMS.