Smog in citta': per bambini e anziani SOS pelle e cuore - 2015-12-21

Roma, 21 dicembre 2015 – Molte città hanno superato i limiti di legge di inquinamento da polveri tollerabile e secondo l'Agenzia europea dell'ambiente (Aea) l'inquinamento dell'aria provoca ogni anno in Italia circa 84.400 morti premature, colpendo soprattutto i più piccoli (allergie, asma e infezioni alle vie respiratorie) e gli anziani, con un aumento del rischio di patologie cardiache e della circolazione sanguigna. Come limitare i rischi? Innanzitutto, gli esperti consigliano di ventilare l’ambiente domestico in ore notturne, scegliere passeggini con posizione più alta rispetto ai tubi di scappamento delle auto, passeggiare in tragitti meno trafficati e in ore non di punta. Fare poi sport aerobico per migliorare la salute di cuore e polmoni e favorire lo smaltimento di scorie. Infine, almeno la domenica e in occasione delle prossime vacanze, allontanarsi dalla città per una passeggiata in zone montane o nella natura, dove c'è aria più pulita. Ma le polveri sottili che stanno attanagliando le città italiane colpiscono anche la salute e la bellezza della pelle, provocando dall'invecchiamento precoce a reazioni allergiche e dermatiti. Secondo uno studio pubblicato su Journal for investigative dermatology, smog e inquinanti favoriscono l'aumento fino al 20% dell'insorgenza correlata di macchie sulla pelle e rughe perché favoriscono la produzione di radicali liberi che degradano il tessuto connettivo e quindi il collagene. Se poi l'esposizione agli agenti inquinanti è prolungata possono insorgere eczemi, allergie o si possono aggravare dermatiti preesistenti perché viene alterato il film lipidico. E con l'alterazione della barriera cutanea si favorisce la penetrazione degli allergeni, e quindi le dermatiti da contatto. Tutto ciò viene peggiorato quando ad esporsi a smog e all'inquinamento indoor come quello causato dal riscaldamento, sono i bambini, soprattutto quelli con dermatiti atipiche, e gli anziani che hanno una barriera più debole. Per tutti, lo smog può essere concausa di dermatiti o microinfiammazioni della pelle. E l'inverno non aiuta a preservare la barriera cutanea che può essere alterata dal riscaldamento, freddo, vento nonché da sbalzi di temperatura. Ecco quindi per proteggersi dai danni procurati alla pelle dallo smog:

 - evitare esposizioni prolungate a inquinanti di tutte le parti; bene quindi l'uso di guanti, sciarpe, e mascherine;

- a tavola fare il 'pieno' di frutta, verdura tipo spinaci o broccoli, pesce azzurro, salmone, e alcune carni che contengono antiossidanti. Nella dieta non dovrebbero mancare olio extravergine d'oliva, un bicchiere di vino rosso per il resvatrolo, frutti rossi, noci e mandorle.

- importante idratare la pelle del viso e delle mani con sostanze lenitive a base di glicerina o calendula.

- i capelli si possono lavare tutti i giorni per limitare i danni al follicolo dei radicali liberi da smog che favoriscono la caduta dei capelli.

- anche d'inverno serve la fotoprotezione, un filtro 20 per la protezione solare è corretto.  Per le donne è consigliabile scegliere fondotinta e idratanti con schermo solare 20.

http://www.healthprose.org/