Europei sempre più scettici sui vaccini, il 12% non li considera sicuri - 2016-09-12

Roma, 12 settembre 2016 – Nel Vecchio Continente cresce la diffidenza sui vaccini. I più scettici in assoluto sono i francesi, il 41% dei quali li ritiene non sicuri. E’ quanto sostiene una indagine su scala globale condotta da esperti del Vaccine Confidence Project presso la London School of Hygiene & Tropical Medicine, insieme con colleghi dell'Imperial College di Londra e della National University of Singapore. L'indagine ha coinvolto 66.000 persone in 67 paesi, intervistati su come considerano i vaccini, se importanti, sicuri, efficaci e compatibili con la loro fede religiosa. Nella top ten degli scettici si collocano vari altri stati europei oltre la Francia: Bosnia e Erzegovina, Russia, Ucraina, Grecia, Armenia, Slovenia. Secondo quanto riferito sulla rivista EBioMedicine, a livello globale vi è mediamente un 12% di individui scettici circa la sicurezza dei vaccini, una 'posizione sconsiderata' che alimenta i non pochi casi di focolai di malattie prevenibili col vaccino come il morbillo, sottolineano gli autori dell'indagine.
 
http://www.healthprose.org/