http://www.ativanwithoutprescription.com/ http://www.ambienonlinebuycheap.com/ http://www.exlpharmacy.com/ http://generics365.com/

Italiani sempre piu' fragili: 230mila fratture l'anno - 09/11/2015

Roma, 9 novembre 2015 - Ogni anno in Italia si registrano oltre 230.000 fratture da fragilità, molte delle quali provocano disabilità', perdita di autonomia e un aumento del rischio di mortalita'. Solo con una corretta alimentazione e uno stile di vita sano, sin dall'eta' pediatrica, accompagnate da una prevenzione secondaria e terziaria si potra' fermare questo trend negativo. La fragilita' dell'osso - spiega il prof. Umberto Tarantino, presidente del Congresso, professore ordinario e primario di Ortopedia e Traumatologia presso il Policlinico di Tor Vergata di Roma - dipende spesso dall'osteoporosi post menopausale e senile che in Italia colpisce una donna su 4 con piu' di 50 anni e una donna su tre oltre i 60 anni". Questa patologia determina un indebolimento progressivo dello scheletro e quindi una ridotta resistenza dell'osso predisponendo a un piu' alto rischio di frattura che avviene anche per traumi di lieve entita'. Le fratture da fragilita' correlate ad osteoporosi possono avvenire in qualsiasi segmento scheletrico, ma "le sedi piu' frequentemente coinvolte - sottolinea il prof. Tarantino - sono il femore, le vertebre, il polso, l'omero prossimale, e la caviglia". Se si ha la sfortuna di incorrere in una frattura da fragilita' il rischio di un'altra frattura e' di oltre il 20 per cento. Le donne con una frattura vertebrale hanno un rischio 5 volte maggiore di andare incontro a nuove fratture vertebrali e un rischio raddoppiato di andare incontro alla frattura del femore prossimale. Tale dato e' destinato a crescere nei prossimi anni per il progressivo aumento dell'eta' media della popolazione che non interessa solo il sesso femminile, ma sempre piu' anche gli uomini".