http://www.ativanwithoutprescription.com/

Incontinenza; problema di salute e fonte di disagio per 10 milioni di italiani - 2017-02-09

Roma, 9 febbraio 2016 – Nel nostro Paese 10 milioni di persone sono alle prese con l’incontinenza urinaria. Nel 20% dei casi colpisce le donne e in percentuale minore (12%) anche i maschi adulti, con punte del 15% intorno ai 70 anni. Può essere però anche un problema anche per le più giovani, dovuto a un ipertono del pavimento pelvico. Nella maggior parte dei casi il problema si può risolvere con piccoli interventi chirurgici nei contesti più gravi. Oppure con metodi 'soft' nei casi lievi o moderati, come la terapia riabilitativa o un trattamento farmacologico. Ma i farmaci non convincono, soprattutto le donne: solo il 40% infatti segue correttamente la cura, mentre la maggior parte la mette nel cassetto per timore di effetti collaterali. Sono questi numeri sono contenuti in un documento di indirizzo (redatto da un tavolo tecnico) ora alla firma del Ministro Beatrice Lorenzin, che ribadisce la priorità di una rete capillare di centri specialistici che garantiscano migliore accesso, offerta e equiparabilità di cure a tutti i cittadini italiani. “L'incontinenza urinaria - dichiara Roberto Carone, presidente della Società Italiana di Urologia e Direttore della Struttura complessa di Neuro-Urologia dell'Azienda Ospedaliera Universitaria, Città della Salute e della Scienza di Torino - ha un forte impatto sulla qualità della vita di chi ne soffre, con implicazioni psicologiche e fisiche superiori anche a quelle di altre patologie, come il diabete. Dal punto di vista del paziente l'incontinenza, è un problema serio. Ma lo è anche per il medico, trattandosi di una patologia multifattoriale che richiede un approccio multispecialistico con il coinvolgimento di più figure professionali, dall'urologo, al ginecologo, al fisiatra, all'infermiere e al fisioterapista che devono collaborare per la corretta definizione diagnostica e terapeutica”. 
 
http://www.healthprose.org/