Riso germogliato integrale toccasana e alleato del benessere a tavola - 2017-05-05

Roma, 5 maggio 2017 – Il riso germogliato integrale è un alimento completo che andrebbe inserito sempre nella dieta. E’ ricco di nutrienti e facilmente digeribile perché la germinazione rende le sostanze nutritive subito disponibili. Il chicco viene immerso nell’acqua che nutre il seme e dopo alcuni cicli di variazione della temperatura dà origine al germoglio: un prodotto vitale, ricco di vitamine e di sali minerali (fosforo, magnesio, potassio, calcio, ferro, zinco e selenio). Rispetto al riso bianco classico, che è sottoposto alla raffinazione, quello germogliato contiene un maggior quantitativo di fibre, vitamine (E, K, B) e sali minerali. Le fibre aiutano la digestione, combattono la stitichezza e riducono il rischio di malattie cardiovascolari. Uno studio della Harvard School of Public Health ha rilevato che 2 o più porzioni di riso integrale alla settimana diminuiscono del 16% il rischio di diabete. Dal punto di vista nutrizionale è il più equilibrato tra i cereali ed è uno degli alimenti più importanti e consumati nel mondo. Usato regolarmente può aiutare a mantenere un buono stato di salute. E’ un alimento “vivo”, che dà energia, è rinfrescante e un ottimo aiuto nella depurazione dell’organismo.

Numerosi sono i vantaggi:

 
  • aiuta a regolare il livello degli zuccheri nel sangue
  • rafforza il sistema immunitario
  • riduce la pressione sanguigna
  • riduce l’ansia e lo stress
  • previene alcune patologie cancerose
  • Il riso integrale può essere consumato anche dai celiaci perché non contiene glutine.

 

http://www.healthprose.org/